Trading adatto a tutti, finalmente in radio!

Mamme con bambini, giovani universitari, lavoratori part time… Non tutti hanno il tempo di dedicarsi completamente al trading.

Ci pensiamo noi. 

Una radio che tratta di economia e finanza ad un livello a portata di tutti? Sì, finalmente è arrivata.

Spesso si parla di trading online, ma non tutti hanno tempo a disposizione per poter svolgere un’attività di trading in maniera costante.
Proprio per questo le nostre trasmissioni radiofoniche (i cui referenti principali sono Mino Gelso e Guido Lamoto) sono state sviluppate con metodi operativi più “tranquilli” e spiegati in modo più semplice. Ma ciò non significa che per questo siano anche meno redditizie, anzi!

Un esempio ne è il programma, andato in onda nei mesi precedenti, sulla costruzione di portafogli di investimento, a cui hanno assistito migliaia di ascoltatori.
Abbiamo sviluppato questo tema analizzando vantaggi e svantaggi della costruzione di un portafoglio di asset, ricordando come sia necessario che esso sia più possibile adatto alle proprie esigenze di investimento e al tempo che ciascuno ci può dedicare.

Non tutti sanno che alcuni di essi arrivano a richiedere solamente poche settimane all’anno per essere attuati e monitorati. È importante sottolineare però che va prestata particolare attenzione ai costi e agli addebiti (quello che viene pagato al gestore non rientrerà assolutamente nel guadagno!).
L’obiettivo è, come al solito, eccellere nella difficile arte di battere gli indici di riferimento, ovvero il far meglio di oltre l’80% dei cosiddetti guru di cui si parla dei migliori siti web.

Inizieremo a discutere le strategie di trading online e delle varie piattaforme (sono tutte truffe?) nel prossimo incontro radiofonico a inizio ottobre 2017. Ovviamente tutti sono invitati.

Un consiglio particolare ai nostri ascoltatori è quello di assistere anche al programma di Sara Cinesca: un secondo modulo del percorso di trading, in cui si sviluppa un nuovo metodo di pensare, si impara un diverso controllo dei pensieri ed attuare un progresso delle strategie in modo diverso.

“Sarà come diventare l’osservatore della tua mente” sostiene Sara.